A dieta per sempre?

La parola DIETA, deriva dal greco "diaita" che vuol dire modo di vivere nell'assunzione del cibo stesso, quindi non c'è nessun riferimento a frasi del tipo:

  • restrizione calorica
  • mangiare poco
  • limitare i cibi

Questo ci deve far capire che abbiamo "fraiteso" in maniera incredibile il significato stesso della parola dieta, attribuendone un valore solo di "restrizione calorica atta a farci dimagrire".

Tu che mi segui da un po' di tempo, dovresti ormai sapere che cosa penso della "restrizione calorica" vista come forma per dimagrire, se però mi segui da poco o addirittura è la prima volta che leggi i miei articoli, ti posso dire che è un enorme bufala dal quale devi assolutamente distogliere la tua visione e le tue energie onde evitare facili insuccessi e frustrazioni.

Siamo l'unico animale al mondo che "conta" le calorie in maniera spasmodica e siamo anche l'unico animale al mondo che soffre di obesità.
Se guardi qualunque animale nel suo habitat naturale non c'è presenza di animali grassi, gli unici sono i nostri cari animali addomesticati a cui diamo cibo NON specie-specifico e che poi a causa di questo cibo sbagliato, si ammalano e diventano a poco a poco sempre più grassi.
Avete mai visto un leone nella savana prendere il "bugiardino" per contare le calorie della gazzella che mangierà come cibo?
Oppure una iena che conta le calorie degli insetti o dei rettili di cui si ciba?
Eppure nonostante questi animali mangino " a sazietà " senza contare le calorie introdotte, non sono MAI grassi;
altresì noi essere umani che invece andiamo al supermercato e ci portiamo dietro il nostro caro libricino delle calorie, continuiamo ad ingrassare alla velocità della luce...

Sarà che tutta questa importanza che abbiamo dato alle calorie, in realtà è un modo per sviarci su altre cose?
Riflettiamo...
Ma noi mangiamo calorie?
pensaci...e dai una risposta....

Andiamo avanti...
quindi se la parola dieta, non vuol dire assolutamente restrizione calorica, bensì un modus vivendi nei confronti dell'approccio al cibo, che cosa dobbiamo dedurne?
Che non è "così importante stare a dieta rigida contando tutte le calorie introdotte per tutta la vita bensì rivalutare il cibo per le sue funzioni più nobili che sono ancora misconosciute...
e parlo di:

  • corretto stile alimentare
  • cibo performante
  • differenza tra cibo che mi da energia e cibo che mi sottrae energia
  • valutare se un cibo mi infiamma o mi aiuta a ridurre l'infiammazione
  • cibo che mi stimola gli ormoni in maniera corretta
  • alimenti che aiutano il mio corpo a prevenire le malattie
  • alimenti che aiutano il mio corpo ad ammalarsi

e potrei andare avanti,  ma intanto comincia a masticare questi concetti..
Ti sembra poco?
Che potere ha il cibo?
Contano solo le calorie oppure sono importanti anche i "segnali" che ogni alimenti da sul tuo dna e sul tuo genoma.

Ti ho convinto che da domani devi buttare via la calcolatrice e devi invece iniziare a valutare l'impatto che ogni singolo cibo ha sul tuo corpo.
Esistono cibi a semaforo verde e cibi a semaforo rosso, per ogni persona in base alla propria condizione metabolica, intestinale e stressogena.

Quali sono?
non te lo posso dire perchè non lo so....finchè non prendi in mano la tua situazione e cominci a pensare che devi "investire" sulla conoscenza del tuo corpo e farti valutare la tua condizione rimarrai schiavo/a di concetti obsoleti, vecchi e che sanno solamente di muffa.

Se invece sei già attivo/a in tutto questo e hai provveduto per tempo alla conoscenza del tuo corpo e di come funziona, saranno concetti per te ormai chiari, perchè avrai potuto constatare sulla tua pelle gli enormi benefici di introdurre alcuni cibi e al contempo toglierne altri...
avrai capito che è più importante selezionare gli alimenti piuttosto che contare quante calorie hanno e avrai capito che esistono alimenti molto calorici che però ti fanno stare bene e in salute ed altri con pochissime calorie che invece ti fanno sentire sempre stanco/a e privo/a di energie.

È dura dopo tanti anni di DIETE, riconoscere che qualche errore di valutazione è stato fatto, ma nulla è compromesso, la cosa importante è capire le cose e volerle mettere in pratica.

Ma se poi la ricompensa finale è quella di poter vivere una vita migliore, con un'energia diversa e una mentalità vincente....beh..io una chance a quello che dice e scrive Simone la darei.