Il personal trainer con un metodo alternativo per il benessere della persona

Oggi ho avuto il piacere di intervistare Simone Losi, un personal trainer che ha inventato un metodo tutto suo per il benessere delle persone!

Di cosa ti occupi Simone?

Mi occupo di creare dei programmi altamente personalizzati rivolti alle persone che sono stufe di esercizi standard tipici delle palestre. Inoltre il mio compito e’ quello di migliorare la sicurezza delle persone nei loro confronti, migliorando il loro corpo e la percezione che hanno di loro stessi. Tutto ciò si ripercuote positivamente sulla loro vita, nell’ambito famigliare, relazionale e sociale. Il movimento fisico che propongo, migliora non solo il tono muscolare o la massa grassa ma anche i livelli di energia della persona, le sue capacità decisionali e la visione di se stessi. Mi occupo inoltre di prevenzione per la salute, indicando ai miei clienti, in sinergia con il loro medico, la via maestra per prevenire le patologie e migliorare la qualità’ di vita. Il cliente si rivolge a me quando è alla ricerca di un Professionista che possa indicargli come allenarsi per ottenere il massimo delle sue potenzialità’ evitando esercizi inutili e dannosi.

In cosa consiste la  rieducazione posturale? Quali sono le sue fasi?

La Rieducazione Posturale prevede diverse fasi, che partono da una precisa analisi posturale per individuare i muscoli rigidi, quelli deboli e infine valutare la postura del soggetto. Dopo questa prima analisi si comincia a lavorare sui muscoli maggiormente rigidi attraverso un lavoro mirato di stretching, abbinato all’allungamento delle catene muscolari rigide attraverso l’utilizzo di Pancafit. In seguito si lavora sui muscoli deboli attraverso l’ausilio di elastici, piccoli pesi oppure eseguendo esercizi a corpo libero, tutto naturalmente in base alle possibilità del soggetto. Se necessario sinergicamente si vanno a mobilizzare i tratti della colonna vertebrale che necessitano di aumentare il range di movimento, o esercizi di mobilità per ricreare delle curve della colonna che nel tempo hanno perso la loro fisiologia.

L’obiettivo della rieducazione posturale è quella di migliorare la postura del soggetto, per poter prevenire mal di schiena e dolori in genere, mentre se sono già presenti algie muscolari, il lavoro posturale permette di alleviare i dolori attraverso l’ottimizzazione della percezione del proprio corpo e di come si muove nello spazio.

Cos’è il metodo “LSW”, ce lo potresti descrivere?

Il Metodo LWS, da me ideato, prevede un’analisi della composizione corporea e analisi dei livelli di stress della persona per poter creare un programma fisico realmente ricamato ad hoc sul soggetto. L’analisi della composizione corporea attraverso l’utilizzo di uno strumento denominato bioimpedenziometria, valuta nel dettaglio le seguenti variabili:

  • idratazione
  • acqua extracellulare
  • grado infiammatorio
  • matrice extracellulare
  • asse del cortisolo
  • minerali corporei
  • massa grassa
  • grasso viscerale
  • massa muscolare scheletrica
  • glicogeno
  • glicogeno libero
  • albumina
  • metabolismo basale e totale
  • metabolismo degli organi
  • consumo di ossigeno a riposo

Mentre la seconda valutazione che eseguo, denominata pletismografia, mi permette di conoscere le seguenti variabili:

  • Sistema nervoso autonomo
  • variabilità della frequenza cardiaca
  • sistema nervoso simpatico
  • sistema nervoso parasimpatico
  • energia del sistema nervoso autonomo
  • bilanciamento sistema simpatico e parasimpatico
  • grado di rimuginio della persona

Successivamente vado a valutare attraverso la plicometria, la distribuzione del grasso corporeo del soggetto ed eseguo alcuni test muscolari per valutare quali muscoli primariamente necessitano di essere allungati perché esageratamente retratti e quelli troppo deboli che hanno bisogno di tono e stabilità. Infine valuto attraverso alcuni test di chinesiologia la condizione intestinale, soprattutto l’assimilazione e l’eventuale presenza di parassiti e di flora batterica patogena.

Dopo questa visita completa, creo dei programmi specifici con il “metodo losi wellness system”, che prevedono sedute di allenamento intensive di al massimo 30 minuti, e dei consigli nutrizionali personalizzati in base al proprio metabolismo e aspetto ormonale. Il soggetto non deve pesare alcun alimento, può mangiare a sazietà gli alimenti concessi in base alla sua biotipologia e situazione metabolica, stressogena e di assimilazione.

Conoscendo tutti questi parametri del soggetto, diventa facile migliorare la persona in tempi ragionevole e soprattutto non occorre allenarsi molto, visto che il parametro più importante è l’intensità e non il volume. Nella maggior parte dei casi due sedute da 30 minuti di allenamento sono più che sufficienti a patto che venga seguito il prospetto alimentare indicato.

Consiglio a tutti di visitare il sito di Simone, simonelosi.it

Leggi articolo originale ProntoPro Blog