L'allenamento ideale dopo le vacanze

Terminate le ferie le persone ricominciano il loro tram tram quotidiano…lavoro, famiglia...problemi..etc...

generalmente si è soliti "aspettare" un po’ prima di riprendere il programma  d' allenamento interrotto prima delle tanto desiderate vacanze.

La pigrizia, la disabitudine, e quant'altro sono tra le cause principali per cui le persone non riprendono "immediatamente" i propri allenamenti.

questo è uno sbaglio molto grosso, poiché' generalmente dopo le ferie si sono accumulati alcuni chili in eccesso che se non smaltiti immediatamente tendono a immagazzinarsi come grasso corporeo e diventa poi sempre più difficile eliminarli.

Poi, il metabolismo tendenzialmente accelerato grazie ad un allenamento corretto ècostante", si è abbassato a causa della pausa estiva, che per alcune persone addirittura arriva ad essere di tre mesi o più.

è strana questa cosa...in genere le persone si mettono a fare ginnastica assistita proprio nell'intento di esibire d'estate un corpo più magro e tonico e poi appena cominciano le prime giornate di sole interrompono gli allenamenti e li riprendono a settembre inoltrato…quando invece un buon allenamento di "mantenimento" estivo sarebbe auspicabile per mantenere i risultati raggiunti.

in genere il corpo umano ha una capacita di mantenere la forma fisica conquistata, ma non per troppo tempo.

le tre settimane di stop estivo sono il limite oltre il quale inizia ad esserci un abbassamento del metabolismo, con conseguente diminuzione della spesa calorica (brucio meno calorie nella giornata), una diminuzione della forza muscolare e del tono generale di base (quindi in termini semplicistici divento meno tonico e sodo di prima).

Inoltre per le persone che facevano programmi di ginnastica posturale e/o stretching queste tre settimane si abbassano a due settimane, poiché' il corpo umana ha la tendenza genetica ad accorciarsi naturalmente, perciò il rischio è che ricompaiano quei dolori o fastidi che si erano risolti completamente durante il lavoro specifico fatto durante l'anno.

La mia esortazione è quella di non perdere tempo, e di riprendere ad allenarsi il più presto possibile per non dover ricominciare tutto da capo, e soprattutto per non perdere i benefici acquisiti con l'allenamento svolto prima delle vacanze.

 

ora diamo delle linee guida per svolgere un allenamento corretto dopo le ferie:

l'allenamento cosiddetto di "ripresa" dopo la sosta risulta fondamentale per poter andare di nuovo a stimolare tutte quelle qualità muscolare lavorate precedentemente: forza, potenza, coordinazione, destrezza, etc...

in genere se la pausa è stata solo di due settimane si può riprendere dopo un paio di sedute di "ripristino", l'allenamento che si svolgeva precedentemente.

mentre se la pausa è stata più lunga (un mese o più), occorre fare almeno 4 settimane di allenamento di "ripristino", poiché come detto in precedenza le qualità muscolare in genere tendono a perdere di efficacia dopo circa due settimane di "non" allenamento.

i carichi da utilizzare saranno intorno al 50-60%del proprio massimale, mantenendosi intorno alle 15-20 ripetizioni.

questo per permettere al corpo di riabituarsi piano piano al lavoro muscolare.

dovrà essere fatto un lavoro generale che vada a ristimo lare tutte le qualità del muscolo e il corpo umano nella sua interezza.

non dovrà essere tralasciato il lavoro propriocettivo, che risulta fondamentale per l'allenamento "funzionale", e il lavoro posturale e di stretching, soprattutto sui muscoli che tendono per natura a perdere elasticità: ischio tibiali, erettori del rachide, catena post. della colonna in genere.

da non dimenticare il lavoro “aerobico", per riabituare il cuore a lavorare in maniera ottimale e per stimolare l'apparato cardiopolmonare.

dopo questo lavoro di ripresa, si può tranquillamente ricominciare con esercitazioni più intense e lavori più specifici.

Ma questo sarà compito del vostro PERSONAL TRAINER!!!!