La respirazione

L'atto respiratorio è fondamentale per la vita umana, senza di esso moriremmo all'istante, nonostante ciò la maggior parte delle persone respira in maniera scorretta, creando nel tempo problematiche e dolori che possono coinvolgere organi e muscoli, per semplificare le cose vi suddividerò la respirazione in due tipi...

  • La respirazione con la pancia (diaframmatica)
  • La respirazione con il torace (toracica)

Il primo respiro nel momento in cui "nasciamo", avviene grazie al diaframma, ma nel tempo questo meccanismo respiratorio naturale che tutti noi dovremmo utilizzare si altera' e non avviene più in maniera corretta, le motivazioni sono tante, ma per semplicità di cose le suddividerò:

  • Blocchi emotivi che creano nel tempo un blocco al diaframma
  • Eventi negativi, della nostra vita, bloccano questo muscolo, che perde la sua naturale elasticità
  •  Gli stress quotidiani provocano un'alterata respirazione bloccando il diaframma

Tutto ciò provoca l'intervento massivo di altri muscoli che si sobbarcheranno il lavoro del diaframma; questi muscoli chiamati "accessori", proprio perché dovrebbero intervenire solo in precisi momenti e situazioni, invece faranno le veci del diaframma e entreranno in gioco precocemente, creando degli scompensi sia a livello organico, sia a livello muscolare.

Ricordiamo che un diaframma che non lavora in maniera fisiologica, può creare a distanza problemi quali: stitichezza, falsi dolori al cuore, mal di stomaco, ernia iatale, reflusso gastro esofageo, dolori lombari…etc.... Questo perché il diaframma grazie a dei potenti legamenti è collegato con tanti organi vitali, che possono subire negativamente le conseguenze di un diaframma "bloccato".

Quindi risulta fondamentale per il benessere del corpo mantenere questa struttura elastica e flessibile. Ci sono poi altre situazioni in cui il soggetto presenta una buona respirazione diaframmatica, ma una scarsa mobilità costale... In questo caso occorrerà ripristinare la corretta respirazione toracico costale, insegnando al soggetto, la respirazione delle prime coste che avviene innalzandole attraverso il ritmo respiratorio, e le altre coste più basse che presentano un movimento non più verso l'alto, ma verso l'esterno. La presa di coscienza di tutto questo non è assolutamente facile, ma deve essere fatta sotto la supervisione di un Trainer che sappia modulare con precisione la respirazione di cui voi siete carenti; le coste sono collegate con le vertebre dorsali, il diaframma con organi vitali….