Sindrome Metabolica

Per Sindrome Metabolica, in ambito medico, si intende una situazione clinica ad alto rischio CARDIOVASCOLARE, caratterizzata da una serie di sintomi e di espressioni di malattie anche completamente diverse tra loro, ma che hanno però la medesima origine: LA RESISTENZA ALL'INSULINA!!

La Sindrome Metabolica, viene diagnostica quando una persona presenta 3 o più dei seguenti sintomi:

  • Circonferenza vita uomo: sopra i 102cm
  • Circonferenza vita donna: sopra 88 cm
  • Trigliceridi: sopra i 150 mg/dl
  • Colesterolo hdl uomo: sotto i 40 mg/dl
  • Colesterolo hdl donna: sotto i 50 mg/dl
  • Pressione Arteriosa: sopra i 130/85 mm/hg
  • Glicemia a digiuno: sopra i 110 mg/dl.

Per Resistenza all'insulina, si intende una condizione nella quale le quantità fisiologiche di insulina producono una risposta biologica ridotta, cioè una riduzione della azione precoce dell'insulina sul controllo glucidico dopo il pasto; ad esso è associata una inadeguata soppressione insulinica durante il digiuno notturno, in presenza di una sintesi conservata.
Ne consegue una alternanza tra insulino-resistenza e iperinsulinemia verificabile con il riscontro di elevate concentrazioni di insulina a digiuno e dopo i pasti.
Questa Sindrome, interessa quasi il 50% della popolazione al di sopra dei 50-60 anni, e purtroppo è destinata nel tempo ad aumentare.
Ovviamente il fattore di rischio più importante è il sovrappeso, soprattutto quello localizzato a livello addominale, il quale porta ad uno squilibrio importante del metabolismo degli zuccheri, che come risultato finale porterà ad elevati livelli di insulina nel sangue.
Nei casi più gravi, questa situazione può portare nel tempo al DIABETE, con tutti gli aspetti negativi che conosciamo ormai perfettamente.
L'aspetto più importante che dobbiamo tenere assolutamente sotto controllo è l'utilizzo dei carboidrati, poiché' è il substrato energetico che stimola l'innalzamento della glicemia e di conseguenza dell'insulina.
L'eccessivo e cronico utilizzo di zuccheri, provoca questo fenomeno chiamato INSULINO RESISTENZA, che non è una MALATTIA, bensì un meccanismo naturale presente in tutti i carnivori, indispensabile al mantenimento dell'equilibrio glicemico.
Il nostro DNA, si è sviluppato con una dieta prevalentemente ricca di proteine, frutta, verdura, bacche e radici e molto povera di zuccheri; ed essendo il glucosio ( zucchero) raro, ci siamo abituati ad usarne poco alla volta e a risparmiarlo!!
Quando diecimila anni fa è arrivata l'agricoltura a sconvolgere i nostri ritmi naturali, ha portato con se l'utilizzo di alimenti troppo ricchi di carboidrati, imponendo quel "bagno" imponente di insulina da cui sono derivati i problemi di cui sto parlando.
Purtroppo l'effetto negativo dell'utilizzo di zuccheri è evidente dall'infanzia, già nello stadio fetale le nostre cellule abbondano di insulina a causa dell'alimentazione della Madre troppo ricca in zuccheri, che porterà gravi danni alla salute del nascituro; ad oggi sono sempre più evidenti i bambini che soffrono di DIABETE già in tenera età e la causa è sempre la stessa: troppi zuccheri in circolo!!
La Sindrome Metabolica causata da insulino resistenza in definitiva, porta a questa serie di situazioni poco piacevoli:

  • OBESITA'
  • DIABETE
  • ALZHEIMER
  • TUMORI
  • ATEROSCLEROSI
  • ICTUS
  • INFARTO
  • NEUROPATIE
  • CATARATTA E RETINOPATIE
  • DANNI DEL DNA
  • ARTRITE REUMATOIDE

In termini semplicistici possiamo dire in sintesi che questa situazione porta ad una qualità di vita assolutamente poco soddisfacente e ridotta in termini di durata.
Vi ricordo il MOTTO: NOI SIAMO QUELLO CHE MANGIAMO!!!
A voi la scelta...