La Leptina

La LEPTINA è un ormone proteico, che ha un importante ruolo nella regolazione dell'ingestione del cibo , e nella regolazione del senso di sazietà.
Fu' scoperta nel 1994 dal Dott. Friedman, durante le sue ricerche sulle molecole di segnale che potessero inviare uno stimolo al dimagrimento sui topi di laboratorio.
Nei suoi studi vide che topi geneticamente carenti di LEPTINA, mostravano un ingrassamento e un appetito fuori dalla norma.
Friedman, codificando questa molecola e somministrandola ai topi leptino-carenti ne ottenne un immediato dimagrimento.
Tale molecola è secreta naturalmente dal tessuto adiposo, ma ovviamente sui topi geneticamente privi di leptina, la secrezione non poteva avvenire.
In questo contesto, perché' la leptina è cosi importante per noi esseri umani e per il nostro equilibrio energetico?
Il motivo è che questa molecola rappresenta il segnale ipotalamico (cervello) più importante per orientare l'organismo verso il "consumo" piuttosto che verso l'"accumulo".
Facendo un esempio per far capire l'importanza del "segnale", potremmo dire che è come se un imprenditore (ipotalamo) ricevesse segnali da una spia molto affidabile (la leptina), relativamente alla disponibilità di materie prime per la produzione. Se la spia dice che c’è disponibilità, può avviare la produzione, se la spia dice che non c’è disponibilità , l'imprenditore blocca il processo di produzione.
Questo preambolo che era doveroso fare per capire almeno in linea generale l'importanza di questa molecola, trova dei riscontri molto pratici nella nostra quotidianità.
Per prima cosa la leptina "spegne" la fame di cibi ricchi in zuccheri, grazie alla inibizione di un neurotrasmettitore denominato NPY.
Ma la cosa importante da sapere è che la secrezione di NPY è perennemente attiva, tranne quando arriva il segnale giusto (spegnimento) all'ipotalamo dalla leptina.
In soldoni, l'evoluzione ci ha fatto "animali affamati", e solamente con un segnale chiaro di alimentazione COMPLETA possiamo attenuare la nostra fame.
Inoltre la Leptina, ha una importante funzione nella regolazione dell’attività ormonale di tiroide, surrene, ovaie e testicoli.
In altre parole, se c’è leptina (quindi se mangiamo in maniera completa), tutti questi assi sono attivati, se facciamo diete ipocaloriche questi assi vengono inibiti.
Le conseguenze nefaste sono : muscoli poco sviluppati, tiroide lenta, riduzione della fertilità e del desiderio sessuale, scarsa risposta agli stimoli dello stress.
Dal punto di vista metabolico, avremo un metabolismo fortemente rallentato, poiché' il corpo cercherà di difendersi dalla carenza di cibo attraverso l'unica via possibile: l'ACCUMULO.
Questa preziosa via, è stata messa a punto milioni di anni fa, poiché' l'accumulo di grasso era una potente arma di sopravvivenza!!!
Quindi un introito calorico troppo basso mantenuto per troppo tempo, porta ad una riduzione della leptina, spingendo il nostro organismo ad abbassare il metabolismo, e tutte le funzioni muscolari e riproduttive.
Da notare che l'obeso che mangia grosse quantità di cibo, si trova comunque nella stessa situazione (eccesso in questo caso di leptina che crea resistenza leptinica).
Nonostante mangi grosse quantità di cibo generalmente cibo "spazzatura", crea una eccessiva stimolazione della leptina stessa, che arriverà ad un punto in cui non riuscirà più a lavorare in maniera corretta per "SOVRASTIMOLAZIONE".
Come potete vedere, parlare solamente di calorie, e di diete ipocaloriche risulta alquanto approssimativo.
sono i SEGNALI che quotidianamente inviamo al nostro caro IPOTALAMO gli artefici dei nostri fallimenti o successi in campo alimentare.