Gruppi Sanguigni e Malattie

Prima di spiegare la correlazione tra Gruppi Sanguigni e Malattie, definiamo cosa è un Gruppo Sanguigno.

Con il termine "gruppi sanguigni", si definiscono delle particolari caratteristiche individuali localizzate e geneticamente predeterminate, sui globuli rossi (ma anche sui globuli bianchi, piastrine o nelle proteine plasmatiche) di alcuni individui e assenti in altri.

Tali caratteristiche vengono individuate tramite reazioni immunologiche, infatti sono dotate di potere antigene e capaci di reagire con i rispettivi anticorpi.

I gruppi sanguigni sono riuniti in "sistemi." Con tale termine si introduce un concetto genetico: gli antigeni gruppo-ematici, infatti si trasmettono ereditariamente secondo le leggi mendeliane. Una serie di antigeni ematici concorre a costituire un sistema di gruppo quando la sua comparsa a livello cellulare è sotto il controllo di geni appartenenti a un’unica regione cromosomica.

I 4 gruppi a cui si può appartenere si chiamano: gruppo ZERO, gruppo A, gruppo B, gruppo AB.

Il gruppo O è quello più predominante nel mondo, infatti è condiviso dal 63% dell’umanità, seguito a ruota dal gruppo A, e infine il gruppo B condiviso solo dal 16 % della popolazione.

Dopo questo breve excursus, vediamo la correlazione tra i suddetti gruppi e le malattie, cominciando la nostra trattazione con gli studi del Dott. Aird e i suoi collaboratori, che nel 1953 con rigoroso metodo statistico, posero in luce una significativa predominanza di soggetti appartenenti al gruppo 0 tra pazienti affetti da ulcera peptica.

Da allora, altri illustri personaggi (WOOLF,1955; SERRA,1958; VOGEL,1972;), continuarono le ricerche e permisero di raggiungere conclusioni biometriche valide e di notevole interesse biologico.

Le grandi differenze che intercorrono tra i vari gruppi sanguigni, sono subordinate alla funzionalità digestiva che caratterizza ciascuno di questi, evolutasi nel corso di millenni ad opera di diverse variabili tra le quali vanno citate sicuramente:

  • la situazione climatica
  • la resistenza a infezioni e epidemie.

Esami comparativi condotti su sangue, saliva e urine di persone in piena salute e in pazienti affetti da cancro hanno consentito di giungere alla determinazione di tre parametri vitali:

  • PH
  • RH2, Il coefficiente di ossidoriduzione
  • RHo, per misurare la concentrazione di ioni.

Negli individui sani, questi tre valori sono molto vicini come valore. Le urine sono in grado di eliminare i materiali di scarto nel sangue, l'eccesso di acidi e gli elettroliti minerali e organici, cosicché i valori bioelettronici restano stabili intorno ai seguenti valori:

 

  • PH: 7,39-7,41
  • RH2: 21-23
  • RHo: 190-220OHM

 

Nell'uomo da questi tre liquidi biologici (sangue, urina, saliva), vengono desunti complessivamente nove parametri per la definizione del terreno bioelettronico individuale.

Nel caso dello sviluppo di un terreno individuale cancerogeno si riscontreranno lente, ma rimarcabili discrepanze tra i valori rilevati nel sangue e quelli rilevati nelle urine.

In questo caso il sangue tende a divenire più alcalino e la sua resistività a causa di un sovraccarico elettrolitico non eliminato dai reni decresce costantemente, e di conseguenza la resistività delle urine resta alto per scarsa presenza di elettroliti eliminati.

La vita è possibile solo nell'ambito ristretto di certi ben precisi e delineabili parametri cui debbono attenersi non solamente le cellule umane e i relativi fluidi biologici, ma anche tutte le altre forme di vita che con l'uomo entrano in simbiosi funzionale come ad esempio: prodotti alimentari, vitamine, aminoacidi, minerali, farmaci, etc.

Ogni malattia cresce solo se il terreno organico individuale è predisposto.

Tale predisposizione può essere documentata tramite monitoraggio di alcuni parametri bioelettronici espressi in:

  • PH
  • RH2
  • RHo

Tali valori vengono riscontrati sui fluidi biologici quali, sangue, saliva, urina.

Ed infine ecco a voi i VALORI IDEALI da confrontare e da valutare:

  • SANGUE      PH: 7,39-7,41        RH2:22    RHo: 210
  • SALIVA       PH:6,8-7                  RH2:22    RHo: 140
  • URINE          PH: 6,5                   RH2:24    RHo: 30