La Sarcopenia

La SARCOPENIA, è un processo fisiologico, che comincia intorno ai 50 anni, rallentabile ma non arrestabile, che consiste nella diminuzione della massa muscolare e della forza

 

La Sarcopenia riduce la dimensione delle fibre muscolari, causando la denervazione (morte dei neuroni motori).
Infatti dopo i 60 anni, muoiono circa il 50% dei neuroni moto spinali, causando l'atrofia muscolare.
Solo alcuni neuroni possono essere reintegrati (re innervazione), ma riguardano solo le fibre muscolari di tipo 1. Questo è uno dei motivi per cui l'anziano perde velocità e esplosività (tipico delle fibre di tipo 2).

 

La diminuzione delle fibre muscolari comporta un’accelerazione dei processi di osteoporosi, per cui anche le fratture da stress osseo sono molto più significative.
Inoltre la diminuzione di massa muscolare, comporta un minor consumo di glucosio (zucchero), e questo può portare all'innalzamento della glicemia e in alcuni casi al diabete.
Il peggioramento della massa muscolare porta ad un abbassamento del metabolismo basale, il che comporta a parità di calorie introdotte, un aumento esponenziale del grasso, soprattutto quello localizzato sulla pancia.

 

Per valutare la Sarcopenia, alcuni autori hanno proposto la misura della circonferenza del braccio.

 

Molto più "realistica" e precisa risulta essere la valutazione BIOIMPEDENZIOMETRICA, per valutare la quantità di massa muscolare e l'eventuale grado di Sarcopenia.

 

I motivi principali, che causano la SARCOPENIA e su cui bisognerebbe lavorare, sono:

 

la carenza di aminoacidi nella dieta (poche proteine) e l'inattività fisica.

 

La prima è risolvibile, aumentando la quota proteica giornaliera, quindi un maggior consumo di uova, pesce, proteine vegetale (lenticchie, ceci), oppure l'utilizzo di supplementi proteici, molto utili per chi ha difficoltà ad aumentare tramite il cibo la quota proteica.

 

La seconda è migliorabile attraverso un intelligente lavoro in palestra, che vada a migliorare le capacità fisiche che tendono a peggiorare nel tempo (coordinazione/equilibrio/forza esplosiva).

 

In questo caso risulteranno molto utili le tavolette propriocettive per migliorare la capacità delle articolazioni di stabilizzare i vari movimenti nello spazio, e gli esercizi con manubri e bilancieri per stimolare la forza e la forza esplosiva.

 

Naturalmente il fai da te è sempre sconsigliato, a maggior ragione in questo caso, dove l'approccio all'allenamento deve essere PERSONALIZZATO, visto che con l'avanzare dell'età i muscoli e le articolazioni perdono mobilità e scioltezza, ed esercizi fatti a caso possono peggiorare la situazione.