La corretta postura davanti al pc

La maggior parte dei dolori localizzati a livello CERVICALE, dipendono dalla scorretta postura che teniamo mentre siamo seduti davanti al computer.
Infatti oltre al già conosciuto problema di stare diverse ore seduti (il corpo umano è fatto per muoversi e non per stare seduto, per di più davanti ad un pc), la scorretta posizione della colonna vertebrale aumenterà la pressione che viene creata all’interno dei dischi intervertebrali.
Partiamo dall’osservazione della parte lombare.
Da seduti la parte lombare “perde” la sua naturale curva e si appiattisce, questo porta ad una inevitabile compressione a livello lombare (non sono rare le ernie da postura scorretta); per prevenire tutto ciò è sufficiente porre nella zona lombare un cuscinetto, per mantenere allineata la colonna.
I piedi devono stare in avanti e ben appoggiati al pavimento e l’inclinazione tra coscia e gamba di circa 90 gradi.
Spesso invece per questioni di comodità tendiamo a distendere i piedi molto in avanti, facendo scivolare l’osso sacro che non appoggerà’ più in maniera corretta.
Le spalle dovrebbero essere rilassate e non incassate verso il collo, e il gomito relativo al braccio con cui si utilizza il mouse, non deve essere troppo abbassato rispetto al tavolo; questo per evitare un eccessivo “stiramento “di alcuni muscoli della spalla.
Il collo deve stare in linea, con gli occhi che guardano orizzontalmente il monitor; va da sé che se il pc è messo più a destra o più a sinistra rispetto alla linea di visione si creerà una rotazione del collo che può portare nel tempo a fastidi e dolori sul tratto cervicale.
Sono sufficienti pochissimi gradi di rotazione per creare dolori molto intensi a livello del collo.
Inoltre la cattiva abitudine di portare la testa in avanti per mettere a fuoco l’immagine, porterà nel tempo ad una tensione dei muscoli flessori del collo, e ad un eccessivo stiramento dei muscoli estensori.
In questo caso i dolori localizzati sulla nuca e dietro al collo sono la naturale conseguenza dell’atteggiamento posturale scorretto.
Lo schermo deve essere posizionato ad una distanza di circa 40-60 cm dall’operatore; la sedia deve essere ad una altezza tale che permetta all’occhio di essere orizzontale rispetto al monitor onde evitare che la pupilla per leggere debba alzarsi o abbassarsi.
E ora passiamo in rassegna alcuni semplici esercizi che potete fare durante la giornata davanti al vostro pc, per alleviare le tensioni su capo e collo.
Il primo è la respirazione diaframmatica con la pancia, utile per togliere tensione indirettamente ai muscoli che si inseriscono sul collo.
Inspirare gonfiando la pancia, espirare sgonfiando la pancia, in maniera naturale, il tutto per qualche minuto.
Esercizi di inclinazione laterale e rotazione del collo verso destra e verso sinistra, ponendo attenzione a non muovere le spalle.
Esercizi di estensione verso dietro del collo, eseguendo il movimento in maniera lenta e controllata.
Infine esercizi per gli occhi, mantenendo il capo e il collo perfettamente fermi, portare gli occhi prima verso il basso a destra, poi verso l’alto a destra, successivamente verso il basso a sinistra e infine verso l’altro a sinistra.
I muscoli oculari presentano connessioni importanti con i muscoli cervicali e per questo devono essere stimolati in maniera corretta.
Considerando le tantissime ore in cui stiamo seduti, davanti al computer, è importante conoscere e assumere la corretta postura, dedicando alcuni minuti alla correzione della distanza tra di noi e il monitor, all’altezza del seggiolino, e alla posizione della colonna vertebrale; tutto questo insieme ad alcuni minuti al giorno dedicati ai semplici esercizi spiegati in precedenza, aiuterà la vostra colonna vertebrale ad avere meno problemi, meno dolori e maggior funzionalità.