Dipendenza da carboidrati

Ecco la soluzione per risolverla completamente
"Non riesco  a togliere dalla mia alimentazione i carboidrati"
" Ho sempre bisogno di un biscotto o un dolcino"

" Ho appena finito di mangiare ma ho voglia di un cioccolatino o un pezzo di torta"

Quante volte ho sentito queste frasi nella mia attività lavorativa e quante volte ho provato a spiegare i motivi "fisiologici" che portano la persona a "dipendere completamente dagli zuccheri".

La maggior parte di persone che si avvalgono della mia consulenza per DIMAGRIRE, mi dicono spesso:

" Non mi toglierà mica tutti i carboidrati vero?"
" Io non posso stare senza zuccheri durante la giornata"
" Cosa vuoi che faccia un biscotto o un cioccolatino"
" Se non ho un po' di zucchero non mi reggo in piedi e sono sempre stanco/a"

Se anche tu ti ritrovi un pochino nella frasi indicate in precedenza probabilmente sei affetto/a dalla "SINDROME DA DIPENDENZA DA CARBOIDRATI".

Ogni giorno siamo bombardati dalla televisione che il pane del mulino bianco è il migliore che ci sia, leggero, morbido, gustoso.
Da quando siamo piccoli i nostri genitori a fare colazione con merendine di ogni tipo, biscotti e tante altre schifezze.

Abbiamo abituato il nostro corpo ad alimentarci con queste porcherie e abbiamo innescato un meccanismo perverso per cui in età adulta non possiamo più fare a meno di questi cibi.

Anzi, ti dirò di più….
li pretendiamo anche se vogliamo dimagrire, pensando che intanto mangiandone soltanto un pochino non possano farci male.

Senza entrare in discorsi complicati è sufficiente che tu sappia che la "dipendenza da carboidrati" non ti aiuterà assolutamente a dimagrire, perché nel momento in cui il Professionista ti proporrà un regime alimentare senza questi cibi, tu "impazzirai" e dirai:

" Io non posso stare senza un biscotto da sgranocchiare ogni tanto"
"Io non posso stare senza un piatto di pasta"

Allora sarai in balia di due correnti:
La prima che sta dentro il tuo cervello e ti dirà che devi assolutamente mangiare quel biscottino perché non riesci più a resistere.
La seconda che ti dirà che non devi mollare, devi resistere perché il tuo consulente ti ha detto di non "sgarrare", pena la non riuscita del programma rivolto a dimagrire.

Dura vero?
Per fortuna esiste una soluzione che permette a tutte queste persone affette da dipendenza dai cibi zuccherini di risolvere completamente la soluzione.

Questa soluzione prevede un regime alimentare per 3/6 settimane ( in base alla gravità della situazione) molto particolare ma che permette alla persona di "disintossicarsi" completamente dai carboidrati e quindi ti tornare successivamente ad un regime alimentare più equilibrato e sostenibile.

Il regime alimentare prevede un digiuno parziale o totale dalla mattina fino alla cena, per poi fare un unico pasto serale.

E' possibile prendere un caffè a colazione e poi bere molta acqua durante la giornata, senza mangiare alcun tipo di carboidrato, neanche un pezzettino.
Si è visto che sui soggetti affetti da questa dipendenza, mangiare anche solo mezzo biscotto dava il segnale di continuare a mangiarne.
Mentre, evitando completamente questi cibo si riesce a "resettare" il corpo e eliminare gradualmente questa spasmodica voglia di cibo dolce.

Per chi non riesce a stare a digiuno tutto il giorno, è possibile fare degli spuntini proteici durante la giornata, a base di frullati proteici, albumi, salmone e/o utilizzare alcune fonti di "grassi salubri" come per esempio le mandorle, i pinoli o l'avocado.

Alla sera invece è possibile mangiare un pasto completo a base di carboidrati, proteine e verdure.

Questo regime (lo dico in modo che sia cristallino), è solo una soluzione temporanea per chi non riesce a stare senza i carboidrati e non vale per tutti.

Va fatto proprio in questo modo, utilizzando un pasto completo a cena e utilizzando alcuni grassi o spuntini proteici per chi sente la necessità di mangiare qualcosa durante il giorno.

In genere nel giro di 3/6 settimane, il desiderio compulsivo da zucchero svanisce completamente o quasi e il soggetto è prono per tornare ad un regime alimentare più equilibrato e con dei pasti più regolari.