Perchè stare a dieta non funziona?

Se almeno una volta nella vita hai fatto una dieta, hai perso peso ma ad un certo punto non ha più funzionato o sei addirittura ingrassato/a questo articolo fa al caso tuo. Scoprirai cosa fare per evitare di fare una dieta senza risultati tangibili e duraturi.

Quante volte abbiamo sfogliato una rivista, un libro o banalmente la dieta dell'amica pensando di poter cominciare a stare a dieta semplicemente copiando ciò che ha funzionato per qualcun'altro.

Così un lunedì mattina di un mese qualsiasi abbiamo cominciato a buttare via tutti i dolci che avevamo in casa, promettendoci di non mangiarne più. Dopo qualche settimana vediamo i primi cambiamenti, la bilancia scendere e i vestiti che ci stanno più larghi e pensiamo di essere sulla buona strada. Ma le insidie sono dietro l'angolo, e dopo un primo perido baciato dall'entusiasmo di cominciare a perdere peso e migliorare le proprie forme fisiche iniziano le prime difficoltà.

Andiamo al bar come sempre ma al posto del caffè senza zucchero cominciamo a prendere il cappuccino perchè intanto pensiamo: "cosa vuoi che mi faccia un cappuccino" e così per lo stesso motivo inseriamo anche quella piccola tavoletta di cioccolato che ormai ogni bar danno gratuitamente insieme alla bibita. Poi, ci invita la nostra amica a bere un thè e ci offre un pezzo di torta e noi ovviamente diciamo di NO! Siamo a dieta, perciò ci accontentiamo di un piccolo biscotto che la padrona di casa gentilmente ci offre al posto del dolce che abbiamo rifiutato.

Iniziamo al contempo ad uscire ( inizialmente la voglia di fare le cose bene ci ha indotto a stare di più a casa per evitare sgarri o tentazioni), d'altronde non possiamo mica fare gli eremiti...

Così mentre gli altri mangiano la pizza noi ordiniamo il nostro bel piatto di verdure con un secondo di carne e di pesce. L'attesa del piatto è un pochino più lunga del solito quindi vediamo di fronte a noi quel piccolo pezzo di pane o focaccia che gli altri amici hanno già divorato, e mentre aspettiamo buttiamo giù avidamente quel tozzo di pane modesto che male non ci farà.

          "E' SOLO UN PICCOLO PEZZO DI PANE.....DIREMO DENTRO DI NOI"

Ti ci ritrovi un pochino in questa situazione?

Non ti preoccupare ci siamo passati tutti almeno una volta nella vita, ma errare è umano ma perseverare è diabolico e direi anche controproducente alla nostra causa.

Che cosa vi ho sempre insegnato nei miei articoli e nelle mie newsletter?

Che se non cambiamo il modo di "approcciarci" alla dieta non sarà possibile ottenere risultati duraturi.

Se non diventiamo consapevoli che prima di cominciare qualunque regime alimentare dobbiamo cambiare la nostra visione dello stare a "dieta", intesa NON semplicemente come un modo per togliere qualche chilo ma come un modo e l'unico modo di creare "prevenzione", avere livelli di energia sempre alti, capacità di combattere meglio gli stress giornalieri, miglior capacità decisionale e tanto altro ancora.

In soldoni, che cosa voglio dirti?

 Devi capire che il cibo è sempre stato un modo per combattere la depressione, colmare i nostri "vuoti", le nostre mancanze, le nostre debolezze.

Ma tutto questo deve essere rovesciato, poichè il cibo ha valenze più nobili che devi considerare ancor prima di cominciare un percorso dietologico. Il tuo "stare a dieta" da domani deve significare:

  • voglio stare bene con me stesso da oggi e per sempre
  • non voglio più buttarmi sul cibo come effetto consolatorio transitorio
  • desidero avere un corretto stile alimentare sempre perchè questo mi aiuta a stare bene con me stesso e con gli altri
  • i piccoli sgarri costanti non mi aiuteranno  a stare in forma ma solo ad avere una scusa di averci provato a stare a dieta senza risultato
  • apprezzare il cibo sano per quello che è realmente: nutrimento vero della persona
  • non vedere i propri amici come fortunati perchè possono mangiare di tutto
  • sono io il fortunato che potrò vivere una vita qualitativamente migliore della loro
  • non utilizzare il cibo come effetto consolatorio, ci sono altre cose che puoi fare ( fare una passeggiata, goderti una conversazione con il tuo migliore amico, fare l'amore con il tuo partner)
  • vivere in maniera serena e non stressogena il fatto che non puoi mangiare certi cibi

Come fare? Valutando i PRO  e i CONTRO di questo atteggiamento.

Ecco i vantaggi incredibili che avrai:

  •  dopo qualche settimana o al massimo qualche mese non sentirai più la necessità di mangiare il tuo dolce preferito o il tuo piatto di pasta preferito.
  • ti sentirai sempre in grande forma e con atteggiamento positivo verso le cose
  • avrai una salute di ferro
  • potrai metterti il tuo vestito preferito con disinvoltura e senza vergogna

Lo so, qualcuno a questo punto vorrà dirmi?

Ma che vita è se non posso mai uscire con gli amici e bermi un bicchiere di birra, mangiare una pizza o un bel dolce, d'altronde la vita va goduta anche per queste cose qui....giusto?

Lascia che ti dico cosa ne penso...

Non è la pizza o il dolce che puoi mangiare una volta al mese che cambierà il tuo modo di stare o la tua salute, ma sono i piccoli "sgarri" costanti e che sembrano innocui che invece nuoceranno alla tua salute e alla tua condizione estetica.

Ma la cosa bella e positiva è che quando si comincia davvero a mangiare in maniera sana eliminando i cibi spazzatura, e buona parte dei cibi industrializzati dopo qualche settimana o al massimo un paio di mesi ci si sente talmente bene che non si ha nemmeno più voglia di sgarrare perchè non c'è più lo stimolo verso certi cibi che prima avevano creato semplicemente DIPENDENZA.

Provare per credere!